TERMOCUCINA LEGNA PELLET TERMOCAMINO 20 KW POLICOMBUSTIBILE

Nuovo prodotto

Il termocamino-cucina propone in una sintesi altamente tecnologica e performante, la cucina economica del passato.

Coniuga un modo di cucinare sano ed ecologico, all’efficienza di una caldaia a legna - Pellet - Biomasse.

Riscalda con costi di esercizio ed emissioni più basse della categoria.

Piano cottura in pietra lavica vetrificata

Ventola per estrazione fumi e gestione della combustione

Maggiori dettagli

7 318,78 € tasse incl.

Dettagli

 

Il termocamino-cucina propone in una sintesi altamente tecnologica e performante, la cucina economica del passato.

Coniuga un modo di cucinare sano ed ecologico, all’efficienza di una caldaia a legna - Pellet - Biomasse.

Riscalda con costi di esercizio ed emissioni più basse della categoria.

Piano cottura in pietra lavica vetrificata

Ventola per estrazione fumi e gestione della combustione

Forno ventilato in acciao INOX

Potenza termica utile 17KW

Portello camera di combustione ventilato

Potenza di irraggiamento 7 KW

Piano cottura con BARBECUE (opzionale)

Risparmio sul riscaldamento domestico intorno al 70%

 

DATI TECNICI

.: Misure di ingombro in centimetri H95 L95 P70.
.: Misure interne forno in centimetri H22 L41 P35.
.: Serbatoio integrato da 40 litri per 25 kg di pellet.
.: Canna Fumaria da 110 mm su richiede ampliamento a 150 mm.
.: Quantità acqua totale 66 lt.
.: Forno ventilato con possibilità di impostare temperatura desiderata.
.: Potenza resa all’acqua 17 kw alimentata a legna.
.: Potenza resa all’acqua 20 Kw alimentata a pellet.
.: Potenza aria da irraggiamento vetro più piano cottura lavica più canna fumaria 7 Kw.
.: Piano cottura lavica sostituibile da griglia in acciaio e cofano tutto inox alimentare per cottura diretta della carne.
.: Consumo medio di legna stagionata: 2,5 Kg/ora per 120/140 m² di abitazione.
.: Consumo medio di pellet: 3 Kg/ora per 120/140 m² d abitazione.
.: Autonomia a legna a regime con carico di 15 Kg = 5 ore.
.: Consumo elettrico massimo 200 W.
.: Combustione della legna e del pellet è gestita da una ventola per l’estrazione fumi che in funzione della velocità determina la potenza.
.: Centralina elettronica di gestione e controllo di tutte le funzioni anche il passaggio automatico legna/pellet.

Le attuali caldaie a combustibili solidi hanno raggiunto livelli tecnologici in grado di garantire rendimenti, emissioni e semplicità gestionale al pari di comuni centrali termiche a combustibili fossili. Tutti i sistemi di riscaldamento che utilizzano legna, pellet o cippato consentono di ottenere  calore al più basso costo di esercizio. Come tutte le tecnologie rinnovabili, anche gli impianti a biomassa comportano di solito un investimento iniziale più alto rispetto ad apparecchi convenzionali (caldaie a metano, gpl, gasolio), ma il maggior costo dell’investimento è compensato dal risparmio economico, che permette di ammortizzare l’investimento in  2/3 stagioni di esercizio.

Il fattore che rende realmente vantaggioso l'uso energetico della biomassa è il suo costo di acquisto o autoproduzione, non che la sua provenienza a km zero.

Cosa sono le Biomasse e il loro vantaggio economico

Fonte energetica locale; rinnovabili; derivati da sottoprodotti di produzione agricoli ed industriali con contenuto energetico dal costo più basso. Le biomasse comprendono vari materiali di origine vegetali, scarti delle attività agricole riutilizzati in apposite centrali termiche per produrre energia. Si tratta generalmente di scarti dell'agricoltura, dell'allevamento e dell'industria.

  • legname da ardere
  • residui agricoli e forestali (gusci, cippato, trinciato, noccioli, ecc)
  • scarti dell'industria agroalimentare (Nocciolo di ulivo, sanse, ecc)
  • specie vegetali coltivate per lo scopo

Trarre energia dalle biomasse consente di eliminare sottoprodotti che troverebbe difficoltà nello smaltimento dalle attività produttive ma soprattutto risparmiare. Nella tabella sottostante viene evidenziato il risparmio economico che ne potrebbe derivare dall’uso delle biomasse. Il seguente calcolo viene effettuato sul consumo di 1000 lt di gasolio.

 

Calcolo convenienza economica per ammortamento investimento

 

Tipo carburante

 

Potere calorifico Inferiore  Kcal/lt/Kg/m3

 

Costo specifico al Kg/m3

 

Rapporto per produrre l'equivalente termico di 1000 lt di gasolio

 

Costo complessivo

 

Risparmio totale rapportato ai 1000 lt di gasolio

 

%

gasolio

8800

€ 1,30

1.000 lt

€ 1.300,00

 

 

GPL

5500

€ 0,60

1.600 lt

€ 960,00

€ 340,00

26%

metano

8250

€ 0,70

1.066,6 mc

€ 746,66

€ 553,34

42%

gusci nocciola 8% umidità

3500

€ 0,13

2.514,3 kg

€ 326,85

€ 973,15

74%

nocciolo di oliva 13% umidità

4100

€ 0,18

2.146,34 kg

€ 386,34

€ 913,00

70%

pellets 8% umidità

3800

€ 0,25

2.315,78 kg

€ 578,95

€ 721,05

55%

cippato di legno 14% umidità

3500

€ 0,08

2.514,3 kg

€ 201,14

€ 1.098,86

84%

foglia di pina (pigna da pinolo)

3800

€ 0,14

2.315,78 kg

€ 324,21

€ 975,79

75%

Combustibili autoprodotti da potature

3500

€ 0,05

2.514,3 kg

€ 125,70

€ 1.174,30

90%

 Caldaia funzionante con combustibile solido rispetto all'attuale - Calcolo effettuato su un consumo di 1000lt di gasolio